Home Antipasti Calamari fritti

La frittura di calamari è un secondo piatto saporito e sfizioso che piace quasi a tutti. Questa preparazione fa si che restino morbidi dentro e leggermente croccanti all’esterno, grazie alla panatura nella farina che li rende dorati e croccanti allo stesso tempo, bisogna solo impanarli correttamente sia all’interno che all’esterno degli anelli del calamaro, friggerli poi in abbondante olio bollente, facendo attenzione a non bruciarli, e servirli subito belli caldi. I calamari fritti sono oramai un piatto che si prepara un pò in tutte le regioni, maggiormente nelle zone di mare , infatti a Napoli non c’è ristorante che non prepari una bella e saporita frittura di calamari.

Stampa Ricetta
Calamari fritti
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 20 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Cucina Italiana
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 10 minuti
Tempo Passivo 20 minuti
Porzioni
persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Lavare i calamari sotto l'acqua corrente, staccare la testa eliminando il becco corneo tra i tentacoli e gli occhi. Sfilare poi la pinna cartilaginea trasparente e infine eliminare la pelle.
  2. Sciacquare di nuovo i calamari e tagliarli in anelli, tagliare anche i tentacoli.
  3. Mettere in una colapasta a gocciolare poi tamponarli con carta da cucina.
  4. Impanare accuratamente nella farina, scuotendoli poi leggermente per eliminare la farina in eccesso.
  5. Una volta infarinati, friggere immediatamente in olio bollente, facendoli cuocere da entrambi i lati per un paio di minuti fino a che saranno dorati.
  6. Trasferirli man mano che si friggono su carta assorbente, alzandoli delicatamente con una schiumarola.
  7. Salare, pepare e servire caldi.
Articoli simili